Fresh News

Popoli della Storia

 

Alamanni o alemanni

trib¨ germanica, che si svilupp˛ nel III secolo d.C. e raccolse attorno a sÚ altre trib¨ - fra cui gli suebi (o svevi) - abitanti nei territori della attuale Germania meridionale. Il loro nome significa "tutti gli uomini". Nel III secolo gli alamanni compirono numerose incursioni verso la Gallia e l'Italia. Alcuni passarono il Reno coi franchi nel 406, stabilendosi in Spagna. Altri rimasero nelle terre originarie, dando il nome alla attuale regione tedesca della Svevia. 

Alani

 popolazione iranica (di lingua indoeuropea) appartenente al gruppo dei sarmati. Si insediarono nel territorio a nord del mar Nero nei primi tre secoli dopo Cristo, succedendo in queste terre a sauromati, iazigi e roxolani (tutti della medesima stirpe sarmatica), e precedendo gli unni, coi quali si scontrarono nel IV secolo. Alcuni alani furono sottomessi, altri migrarono in Gallia e in Spagna nel 406 o si dispersero per l'Europa. L'ultimo gruppo conosciuto di alani (e di sarmati) fu quello che penetr˛ in Italia nel 464 e fu sconfitto dal generale Ricimero.

Burgundi

 popolazione che parlava un dialetto germanico orientale. Giunse sul Reno verso la metÓ del IV secolo. Una parte di essi pass˛ il Reno nel 406 e si stanzi˛ come alleata di Roma nelle terre immediatamente adiacenti al fiume. Nel 461 occuparono Lione ed estero il loro dominio nella Gallia centro-meridionale. Il regno che costituirono dopo la caduta dell'impero fu conquistato dai franchi nel 532. Importante la lex burgundionum, codice giuridico di precoce redazione.

Franchi

gruppo di germani occidentali. Erano una confederazione di varie trib¨ (fra cui i chatti) formatasi attorno al 250 d.C. Alcuni di essi si arruolarono nell'esercito romano e a lungo difensero l'impero, rimanendo nei territori del medio Reno. Altri migrarono nella Gallia Belgica, altri nella Gallia meridionale. Verso il 476 i franchi erano suddivisi in due gruppi principali:  i "ripuari" e i "salii".

Goti

 trib¨ germanica che assunse notevole importanza nel III secolo d.C. Dalle sponde del Mar Nero compirono numerose incursioni contro le cittÓ dei Balcani e dell'Asia Minore, divenendo in breve tempo abili anche nella pirateria. Sconfitti pesantemente dall'imperatore Claudio II (268-270), si ammansuirono e si stabilizzarono politicamente, differenziandosi in due entitÓ separate, i visigoti e gli ostrogoti.

Iazigi

 popolazione iranica (di lingua indoeuropea) appartenente al gruppo dei sarmati. Si insedi˛ nel territorio a nord del Danubio fra il III secolo avanti Cristo e il II dopo Cristo. Alleati coi romani nei primi due secoli di pax romana, invasero l'impero assieme a marcomanni e roxolani sul finire del II secolo d.C. Sconfitti, furono insediati come contadini in Illyria e in Italia settentrionale.

Illiri

 popolazione di lingua indoeuropea (analoga per classificazione a germani, celti e alcuni italici) abitante la zona fra Danubio e Balcani fino alla conquista romana, avvenuta prima della fase imperiale.

Marcomanni

 antica trib¨ germanica, conosciuta sin dal I secolo d.C. sotto la protezione degli svevi. Interruppero per primi - in modo serio - la pax romana avviando nel 166 un lunghissimo periodo di migrazioni verso ovest. Nel III secolo una parte di essi confluý nell'esercito imperiale e un'altra probabilmente infoltý le schiere degli alamanni.

Ostrogoti

 trib¨ di goti che nel III e IV secolo abitavano a est del fiume Dnstr (Tyras per i romani), in Ucraina. Insieme ad altri goti compirono numerose incursioni nei Balcani, in Grecia e Asia Minore. Nel 372 furono assorbiti dagli unni e combatterono contro i fratelli visigoti. Successivamente diedero vita a diversi reami, anche in Italia, ma tutti destinati a scomparire. Dopo che nel 552 il re Teia fu ucciso in battaglia dai romani d'oriente (bizantini), i superstiti si fusero con altre genti e scomparvero dalla scena storica.

Sarmati

 nome comune di antiche popolazioni iraniche (di lingua indoeuropea) - conosciute fin dal V sec. a.C. - che si insediarono nel territorio a nord del mar Nero mentre si formava l'impero romano. Tipici cavalieri combattenti, usavano sia l'arco sia il kontos, la lunga lancia a due mani, il cui uso fu introdotto nell'impero verso il IV secolo d.C. Comprendevano probabilmente le trib¨ di sauromati, alani, aorsi, roxolani, iazigi. 

Slavi

 grosso gruppo di popolazioni indoeuropee (gruppo analogo a quello di germani, celti, illiri, sarmati e altri), caratterizzato da una lingua ancestrale comune. Partendo dalla Russia le prime trib¨ conosciute dalla storia scritta arrivarono sul Danubio attorno al 500 d.C. Mentre alcuni popoli si muovevano verso gli Urali,  a est, altri assieme ai nomadi delle steppe continuarono a spingere i germani verso ovest, occupando le loro sedi nell'attuale Polonia e anche pi¨ a sud incontro al Danubio. Verso il 580 le trib¨ meridionali completarono la loro penetrazione nell'impero romano, stabilendosi definitivamente nella penisola balcanica.

Suebi o svevi

 popolazione che aveva il predominio sulle trib¨ germaniche durante la formazione dell'impero (I sec. a.C.). Stanziata nella attuale Germania meridionale comandava anche su marcomanni e quadi. Nel III secolo d.C. prese importanza in queste terre il gruppo guerriero degli alamanni che ecliss˛ l'influenza diretta degli suebi. Alcuni di loro passarono il Reno assieme ai franchi nel 406, stabilendosi in Spagna. Altri rimasero nelle terre originarie, dando il nome alla regione della Svevia. 

Turingi

 popolazione germanica alleata degli unni. Nel V secolo costituirono un regno nella Germania sud-occidentale, che si estendeva dal magdeburgo al fiume Meno, dalla Franconia all'Elba, dando a questa terra il loro nome. Nel 531, mentre da oriente si stavano avvicinando gli slavi,  i turingi furono sconfitti dai franchi e dai sassoni, che si spartirono il regno.

Unni

 popolazione asiatica che nella seconda metÓ del IV secolo arriv˛ in Europa, sbaragliando altre trib¨ nomadi e i germani stanziati in Ucraina. La loro pressione provoc˛ il movimento di numerosi germani verso ovest, spingendoli spesso oltre il confine Reno-Danubio. Fra il 440 e il 453 formarono una vasta e potente confederazione alla guida di Attila. Sconfitti pesantemente da Ezio, si ritirarono e in breve tempo scomparvero, mischiandosi alle altre genti.

Visigoti

 goti che nel IV secolo abitavano a ovest del fiume Dnstr (Tyras per i romani), all'incirca nell'attuale Romania. Spesso alleati coi romani, nel 376 si stanziarono all'interno del confine col Danubio. Tradotto tradizionalmente come "goti dell'ovest", il nome forse significa "goti saggi", assunto per differenziarsi dagli altri goti, che compivano incursioni di pirateria in Grecia e Asia Minore. All'inizio del V secolo i visigoti comandanti da Alarico invasero l'Italia e poi, sotto il nuovo re si stabilirono fra la Gallia del sud e la Spagna.

 


up





Update 18-08-12

Spot



 


Feel free to give a donation through Paypal
to help sustain this site
with a
Donation


R
G
P

E

 

 

| Contact | ę Copyright PortaleStoria |