Fresh News:

Informatica

 

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

 

Dos: la storia




@
Simpaticamente chiamata chiocciola, si pronuncia come "et" ed è presente nell'indirizzo di posta elettronica. Serve per separare il nome dell'utente dalla società che fornisce l'accesso alla rete, dal dominio di posta elettronica. Vedi e-mail.


ACCESS PROVIDER  (fornitore di accesso)
Un access provider è una società o un ente che mette a disposizione la connessione ad internet a privati o ad altre società o altri enti. Vedi anche ISP.


ACCOUNT
Un account è l'iscrizione di un utente ad un servizio che richiede un'identificazione per l'attribuzione dei servizi forniti. Un account si compone generalmente di login (username) e di password. Il login permette al sistema (per es. computer) di riconoscervi, mentre la password è necessaria a evitare che altre persone usino il vostro account. Login e password vanno digitati ogni volta che si accede al computer sul quale si possiede l'account.
Un account serve per connettersi ad internet, per accedere ad una casella di posta elettronica, per accedere ad una rete.
 

ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line)
La rete ADSL è una nuova realtà nei collegamenti telefonici evoluti. Si tratta di un collegamento ad alta velocità che trasmette dati ad una velocità superiore alle normali linee telefoniche ed alle linee ISDN.


AGENTE SOFTWARE
È un software che fa da intermediario nello svolgimento di una determinata attività. Gli agenti possono apprendere e memorizzare le preferenze di un individuo, contribuire al perseguimento dei suoi obiettivi e possono anche negoziare e completare le transazioni. Un agente per la gestione degli acquisti, ad esempio, può acquisire informazioni dal sistema informatico dell'azienda, stabilire quando il livello delle scorte è basso e ricercare su Internet il fornitore che pratica prezzi più convenienti.


ASP
(Application Service Provider)
Si tratta di un'organizzazione che offre una combinazione di servizi, software, gestione / accesso alla rete, per fornire soluzioni ICT alle imprese attraverso una connessione (canale), che non è necessariamente o esclusivamente Internet.


ATTACCHED DOCUMENT (document allegato)
Viene utilizzato nei messaggi e-mail, spedendo al destinatario, oltreché al messaggio vero e proprio, un file di testo, immagine, suono ecc., contestualmente al messaggio. E' possibile preparare i file a parte, (vedi documenti di testo, relazioni, immagini) e poi spedirli come allegati. Tale modalità riduce i costi di collegamento e mantiene alta la qualità del lavoro spedito.


up


BANNER

Manifesto pubblicitario elettronico che comparendo in un sito internet permette di stimolare l'interesse, facilitare l'interazione e dare visibilità al marchio. Appare in diversi formati, svolge una funzione strategica invitando il visitatore a cliccare su di esso per ottenere più informazioni sui servizi o prodotti pubblicizzati.


BIT
Sta per binary digit, è l'unità elementare dell'informazione nei computer e ha un valore di 1 o 0. Può assumere valore 0 (spento, falso, assenza di tensione) o 1 (acceso,vero, presenza di tensione).


BOOKMARK
Bullettin Board System sono banche dati, in generale di tipo amatoriale, nelle quali è possibile reperire, oltre a programmi di pubblico dominio, anche aree di discussione sugli argomenti più disparati. Sono sorte alla fine degli anni settanta, sfruttando delle tecnologie elementari e a basso costo, e si ponevano obiettivi limitati, di solo scambio dati. Il basso costo di gestione ne ha permesso uno sviluppo crescente: ora ve ne sono migliaia solo in Italia.


BPS (bit per secondo)
Indica la velocità alla quale i bit di dati vengono trasmessi lungo un supporto di comunicazione, quale un cavo di trasmissione o un modem.


BROWSER
Il Browser è un sistema software di navigazione che permette di localizzare e gestire informazioni su Intranet, extranet e internet. I Browser sono utilizzati per accedere alle pagine Web.


B2B
(Business to Business)
È il settore delle Net Company che riguarda la gestione delle transazioni economiche e delle relazioni informative tra imprese, che possono riguardare tutti i processi aziendali (supply chain, progettazione, operation, logistica, vendite).


B2C (Business to Consumer)
È il settore delle Net Company che riguarda la gestione delle transazioni economiche e delle relazioni informative tra imprese e consumatori. Principalmente il termine si riferisce alla vendita ma può interessare anche servizi di post-vendita e assistenza.


BUFFER
È un'area di memoria utilizzata per archiviare dati temporanei.


BUSINESS INTELLIGENCE
Indica un processo interattivo che analizza, approfondisce e sintetizza informazioni strutturate, riferite ad uno specifico dominio (spesso archiviate in data warehouse) allo scopo di individuare tendenze e costruire modelli per accrescere la comprensione di un fenomeno e trarne ipotesi previsionali.


BYTE
Gruppo di otto bit, indica la memoria necessaria per memorizzare un carattere alfanumerico.

up

CACHE

È un'area di memoria del computer in cui sono memorizzati informazioni (dati, applicazioni) precedentemente utilizzate. Quando un'applicazione richiede informazioni, come prima operazione va a controllare l'area cache; se i dati sono già disponibili li preleva dalla cache velocizzando il caricamento. In internet la cache è utilizzata dal browser per accedere a pagine web già viste, evitando ad ogni accesso la riacquisizione di informazioni già avute.


CATALOGO ELETTRONICO
È il catalogo che presenta i beni e i servizi posti in vendita nei marketplace elettronici.


CHAT
È uno strumento di comunicazione che permette di dialogare in tempo reale attraverso la lettura e scrittura di messaggi da parte di tutti gli utenti collegati. Per partecipare ad una chat è necessario scegliere un nickname ed un'eventuale password e quindi entrare in una stanza (detta anche canale).


CLIENT
È un programma (applicazione) capace di "comunicare" - tipicamente attraverso una rete - con un altro programma detto server allo scopo di richiedere dei servizi, ad es. l'accesso ai dati, che solo quest'ultimo è abilitato a gestire.


CLOUD COMPUTING
In informatica con il termine inglese di cloud computing si indicano un insieme di tecnologie che permettono sia di memorizzare/archiviare dati che di elaborarli (con CPU o software) tramite l'utilizzo di risorse distribuite e virtualizzate in rete.

COLLABORATIVE COMMERCE (C-Commerce)
Si riferisce alla collaborazione instaurata, attraverso strumenti elettronici, tra il personale di un'impresa, i partner aziendali e i clienti nell'ambito di una trading community (un segmento industriale, una supply chain o una sua parte) allo scopo di acquisire componenti e soluzioni di business.

COMMERCE SERVICE PROVIDER (CSP)
È il fornitore di servizi e-commerce, dei relativi software specifici e dei servizi di supporto.


COMMERCIO ELETTRONICO
Svolgimento di transazioni commerciali ed economiche e trasmissione di informazioni attraverso l'utilizzo di internet.


COMPETITIVE INTELLIGENCE (CI)
Si riferisce all'analisi delle opportunità di mercato di un'impresa per comprendere quale sia la situazione attuale, quali saranno gli sviluppi futuri e le implicazioni per l'azienda. Gli obiettivi della CI possono essere di attacco: consolidare la posizione dell'azienda all'interno del mercato, tracciare il percorso del futuro posizionamento e allocare le risorse nel breve e nel lungo periodo; oppure possono essere di difesa: capire cosa succede, la possibile evoluzione del mercato e le possibili reazioni.


COMUNITA' VIRTUALE
È l'insieme delle relazioni che si instaurano tra un gruppo di persone che collaborano, condividono e scambiano le loro idee attraverso un network elettronico (come internet). Il punto di forza delle comunità è rappresentato dalla condivisione di interessi comuni, dalla riduzione del tempo di interazione tra i partecipanti di interagire (attraverso la comunicazione in tempo reale), dalla possibilità di esprimere la propria opinione attraverso messaggi asincroni che consentono di raggiungere potenzialmente più partecipanti e di sviluppare più spunti di riflessione.


COOKIE
Sono piccole quantità di informazioni come stringhe e valori numerici che sono memorizzati in un computer client per uno specifico periodo di tempo. Vengono creati dal server web durante le connessioni internet. Contengono informazioni riguardanti l'utente, quali un numero di identificazione, una password, il numero di accessi al sito oppure le modalità in base a cui l'utente ha effettuato un acquisto presso un sito Web. Con i cookie vengono salvate tutte quelle informazioni necessarie ad evitare che l'utente nel corso di visite successive allo stesso sito debba inserire ogni volta gli stessi dati.


CRM
(Custumer Relationship Management)
È una modalità di utilizzazione della tecnologia che permette ad un'impresa di svolgere le proprie attività commerciali sulla base dei comportamenti del consumatore avendoli precedentemente monitorati. Il CRM è l'insieme di sistemi e infrastrutture necessario per rilevare, analizzare e condividere tutti gli aspetti della relazione tra impresa e consumatore.


C2B (Consumer Business)
Si riferisce alla gestione dell'insieme delle relazioni tra consumatori finali ed aziende attraverso internet.


C2C (Consumer to Consumer)
Fa riferimento alla gestione dell'insieme delle relazioni tra consumatori finali attraverso internet.


up

DATABASE

Software che gestisce un insieme di archivi correlati contenenti dati strutturati in formato elettronico sui quali è possibile effettuare con facilità ricerche e modifiche. Quando si usa un Data Base (tipicamente attraverso un'applicazione software) si possono eseguire quattro tipi di attività fondamentali: richiamare, inserire, aggiornare o cancellare dati. L'applicazione software normalmente comprende anche la gestione della sicurezza, degli accessi, dell'integrità dei dati e del salvataggio/ripristino a fronte di malfunzionamenti.


DNS (Domain Name System)
È il termine usato per indicare il modo in cui si individuano i nomi dei computer su internet. Il DNS è un sistema gerarchico e distribuito. Gerarchico è riferito alla struttura dei nomi: www.emedia.it individua un computer della società emedia in una rete italiana. Distribuito sta ad indicare che l'elenco dei nomi dei computer è distribuito su diversi server detti Name Server che condividono le informazioni per convertire un nome di computer in un indirizzo IP. Ad ogni computer su internet è abbinato un indirizzo IP numerico attraverso cui è identificabile e quindi raggiungibile. La forma numerica di tali indirizzi è sicuramente una rappresentazione conveniente e compatta, che facilita lo smistamento dei dati attraverso internet. Gli utenti, tuttavia, preferiscono assegnare ai server, cioè ai siti web, dei nomi pronunciabili e facili da ricordare. Il metodo del DNS (Domain Name Service) viene, quindi, in aiuto agli utenti mettendo a disposizione un meccanismo in grado di trasformare un indirizzo mnemonico in un indirizzo IP. Ad esempio, è molto più semplice accedere, tramite un browser, alla homepage di emedia specificando un indirizzo del tipo: www.emedia.it anzichè: 194.244.45.2.


DOTCOM
Il nome deriva dall'inglese e tradotto significa "punto com". I siti internet .com contengono generalmente informazioni commerciali sulle aziende.

 

DOWNLOAD
È un'operazione che ha come risultato finale il trasferimento di dati (es: files) da una locazione sorgente ad una locazione destinazione. Il download è sempre riferito alla locazione di destinazione, ovvero è la destinazione che fa download dalla sorgente. Nel caso di internet, con ftp ad esempio, è possibile fare il download sul proprio computer di file che risiedono su altri computer dislocati sulla rete.


DRIVER
È il software che permette al computer di gestire i suoi dispositivi interni (hard disk, schede…) e le sue periferiche (stampanti, scanner…).

up

E-ADVERTISING

È l'insieme delle azioni pubblicitarie effettuate utilizzando internet come strumento.


E-BUSINESS
È l'attività
imprenditoriale/commerciale basata su internet.


E-COMMERCE
Vedi commercio elettronico.


EDI
(Electronic Data Interchange)
È il formato inter-aziendale, stabilito dai partner commerciali per lo scambio di dati relativi a fatture, DDT, bolle di carico/scarico...attraverso file in formato elettronico. Con l'utilizzo di questo standard i partner commerciali possono scambiarsi informazioni operative indipendentemente dai propri sistemi operativi.


E-MAIL (Electronic-Mail)
L'e-mail è la posta elettronica. È un sistema di scambio di documenti e messaggi tra utenti collegati ad internet attraverso un computer o un telefonino di nuova generazione. L'indirizzo e-mail è formato dall'identificativo dell'utente, il simbolo @ e il dominio di posta elettronica, ad es.: info@emedia.it.


E-PROCUREMENT
Effettuazione degli acquisti in rete. Spesso il termine è utilizzato per indicare la relazione tra i processi dell'acquirente e quelli del fornitore.


ERP
(Enterprisel Resource Planning)
È il software che permette di gestire completamente le risorse aziendali, dalla pianificazione degli acquisti di materie prime alla gestione dei cicli di lavorazione, alle risorse umane, al controllo di gestione, alla manutenzione degli impianti.


E-TAILERS
I negozi su Internet: i dettaglianti del Web


ETHERNET
È lo standard comune di rete locale che permette il collegamento fra loro di diversi computer situati in ambito aziendale. Il collegamento dei computer viene realizzato di frequente tramite una rete Ethernet (locale), collegando il server di comunicazione con i client.


EXTRANET
È una rete di connessione basata sulla tecnologia internet che consente di collegare l'impresa ai fornitori, clienti o ai partner esterni all'impresa e di facilitare le relazioni tra imprese. Normalmente, è una rete geografica utilizzata da privati (alla quale si accede solo se autorizzati dagli stessi) per estendere la intranet aziendale.

 

E-TAILERS
I negozi su Internet: i dettaglianti del Web

up

FAQ LIST
("Frequently Asked Questions")

È un elenco di risposte alle domande che ricorrono con più frequenza rispetto ad un argomento. È messo a disposizione degli utenti all'interno di un sito, fornendo spesso un filtro alla richiesta di informazioni.

 

FILE
Per file si intende un raggruppamento compatto di dati, memorizzati in supporti come i cd, gli hard disk e i floppy disk. Il contenuto di un file può essere un'immagine, un testo, un programma, ecc...


FIRMA ELETTRONICA
È un codice informatico che, direttamente associato ad un insieme di dati (per esempio un documento in formato digitale) permette di assicurare:
- l'identificazione e l'autenticazione di chi ha redatto i dati
- l'integrità dei dati
La firma elettronica di un documento presuppone l'utilizzo di un metodo di crittografia a chiave asimmetrica: il redattore (mittente) utilizza la sua chiave privata per crittare il documento, mentre il destinatario utilizza la chiave pubblica del redattore per ottenere il testo in chiaro del documento e per verificare con certezza l'identità di chi ha utilizzato la chiave privata.
 

FORM
All'interno dei siti web sono maschere che contengono una serie di campi, menù a tendina e pulsanti che permettono la compilazione di questionari o moduli di ricerca. Richiedono un browser in grado di riconoscere i comandi html richiesti per l'utilizzo dei vari oggetti in esso contenuti.

 

FREEWARE
È il software gratuito per il quale non è richiesto pagamento. A volte l'autore chiede l'invio di una cartolina di ringraziamento (cardware), altre volte un versamento per beneficenza ad ospedali od altri organismi.

FTP (File Transport Protocol)
È un protocollo che permette di trasferire file (testo, immagini, software) tra più computer. Connettendosi a un server FTP è possibile inviare file (upload) o scaricare file (download).

up


GIF
(Graphics Interchange Format)
È il formato per immagini di tipo grafico con 256 o meno colori. Utilizza una tecnica di compressione senza perdita di informazioni, riduce le dimensioni del file permettendone una trasmissione veloce. Consente di memorizzare anche sequenze di immagini per creare efficaci animazioni e permette di avere effetti di trasparenza.

 

GPS (Global Positioning System)
Si riferisce ad un sistema di satelliti distribuiti su un'orbita attorno alla terra in grado di inviare ad un utente con ricevitore GPS la propria posizione (in termini di coordinate terrestri) e velocità in qualsiasi punto del globo terrestre si trovi.

 
up


HACKER

Usa le proprie conoscenze informatiche per collegarsi in maniera non autorizzata a sistemi informatici altrui, spesso manomettendo programmi e dati.


HACK MEETING
È la riunione di esperti di free sofware e sistemi di sicurezza.

 

HDSL (High bit-rate Digital Subscriber Line)
È una tecnologia che permette la trasmissione di dati a velocità elevate su linee telefoniche. A differenza dell'ADSL fonisce la stessa velocità sia in trasmissione sia in ricezione.

 

HOME BANKING
Indica l'opportunità di effettuare transazioni bancarie da casa, via internet o al telefono.

 

HOME PAGE
È la pagina iniziale di un insieme di pagine. Indica il punto da cui ha inizio l'esplorazione di un sito Web.

 

HOST
Gli Host possono essere immaginati come nodi che ininterrottamente hanno il compito di elaborare la mole di informazioni che provengono dalla rete. Queste operazioni devono essere eseguite in tempi brevissimi per evitare un rallentamento globale del flusso delle informazioni. Sono computer che offrono la possibilità di collegare una vera e propria comunità di utenti ed aggregati insieme possono svolgere altri compiti di ausilio alla gestione della rete a cui sono direttamente connessi.

 

HOSTING (o Web Site Hosting, Web Hosting, Webhosting)
È l'insieme dei servizi atte a fornire un ambiente hardware e software dove vengono ospitate le funzioni web del sito del cliente (pagine HTML, FTP).

 

HOUSING
Indica la gestione effettuata da un centro specializzato dell'hardware e del software orientato al web di proprietà del cliente. Consente al cliente di evitare le attività di esercizio e presidio delle attrezzature.

HTML (HyperText Markup Language)
È il linguaggio con il quale si codificano i documenti che costituiscono il world wide web. E' formato da una serie di elementi, chiamati tags, attraverso i quali è possibile far eseguire al browser operazioni quali: formattazione e colorazione del testo, inserimento di immagini e links, ecc.

 

HTTP
(HyperText Transfer Protocol)
È il protocollo impiegato per il trasferimento, in una rete TCP/IP, di file contenenti testi e comandi di visualizzazione grafica e multimediale. E' il protocollo principale di internet.


up


INDIRIZZO IP

È l'indirizzo che identifica in modo univoco ogni computer connesso ad internet. Si è reso necessario stabilire un metodo globalmente accettato per identificare i computer ad esso collegati data l'universalità di internet. Come il classico indirizzo, che è formato da nome e cognome, nazionalità, città, via e numero civico, permette di rintracciare una persona nel mondo, analogamente un indirizzo IP, serve ad identificare un computer sulla rete.


INTRANET
È la rete locale, interna ad una azienda, che utilizza la tecnologia di internet.


INTERNET
Sta per internetwork (sistema di reti). È un insieme di reti di computer di diverso tipo collegate per mezzo di dispositivi che gestiscono il trasferimento dei dati e la conversione dei messaggi dalla rete trasmittente ai protocolli utilizzati dalle reti riceventi. Le reti e i dispositivi utilizzano il gruppo di protocolli TCP/IP.

 

IPERMEDIA
Indica l'evoluzione di un ipertesto; l'ipermedia è in grado di fornire navigabilità nei contenuti testuali, immagini, suoni, video.

 

IPERTESTO
Testo digitalizzato che contiene collegamenti che rimandano ad altri testi correlati. I collegamenti sono realizzati con delle parole (link) che rimandano ad altre informazioni: facendo click sulle parole si accede alle informazioni correlate. Un ipertesto quindi permette una lettura di un testo elettronico in modo non sequenziale. Si creano in questo modo dei collegamenti logici che possono semplificare notevolmente l'accesso alle informazioni da parte del lettore.

IRC
(Internet Relay Chat)
È un sistema di comunicazione sincrona multiutente, cioè un sistema che permette ad una serie di utenti di parlare contemporaneamente. La comunicazione avviene in tempo reale utilizzando appositi server.


ISDN
(Integrated Services Digital Network)
Tecnologia attualmente offerta dalla maggior parte dei provider di servizi telefonici in alternativa ai tradizionali modem e rispetto ai quali permette di ottenere prestazioni migliori in termini di velocità. La tecnologia ISDN consente di usufruire di servizi di rete digitali e vocali tramite un unico supporto, permettendo alle società telefoniche di offrire ai propri clienti sia servizi per la gestione di dati digitali che una connessione vocale attraverso un singolo "cavo". La velocità massima di una linea ISDN ad accesso remoto è di 128 Kbps. Vedi anche bps.


ISP (Internet Service Provider)
Fornitore pubblico di connessioni a internet. Consente a utenti remoti di accedere a internet fornendo connessioni di accesso remoto o installando linee dedicate. Vedi anche Access Provider.


up


JPEG
(Joint Photographic Experts Group)
Formato per immagini di tipo grafico. Riduce l'occupazione di spazio delle immagini mediante una efficiente compressione (regolabile) che introduce una progressiva perdita di definizione. Può visualizzare fino a 16 milioni di colori, ma ad alti tassi di compressione riduce la qualità dell'immagine.
 
up


KM (Knowledge Management)

È la disciplina che propone un approccio formalizzato alla gestione della conoscenza. Essa è intesa come fattore produttivo cruciale e ne viene studiata l'attività, gli aspetti comportamentali, la cultura organizzativa e le tecnologie che puntano alla capitalizzazione della conoscenza, ad un suo uso ottimale, al suo sviluppo ed al suo controllo nell'ottica degli obiettivi dell'impresa. internet rappresenta in quest'ottica uno strumento insuperabile di conoscenza e gestione di informazioni.


up


LAN
(Local Area Network)
È una rete di trasmissione dati realizzata per coprire un'area di pochi chilometri quadrati. Le tecnologie delle reti LAN forniscono le connessioni tra computer attualmente fino ad una velocità massima di 100Mb/s.

 

LINK
Collegamento. Link e' un oggetto (parola, frase, paragrafo, immagine) contenuto in un documento e che, se viene selezionato dall'utente, effettua determinate operazioni (solitamente l'apertura di un altra pagina o documento). E' grazie ai links che si puo' passare da una pagina ad un'altra, diramare le proprie ricerche e scegliere gli argomenti.


up


MAILING LIST

Una mailing list è un indirizzo e-mail che rappresenta un gruppo di persone, invece che una singola persona. Le mailing list vengono di solito create per discutere di argomenti specifici. Chiunque sia interessato può (di solito) entrarne a far parte. Alcune mailing list però restringono la partecipazione, altre hanno restrizioni di contenuto, altre ancora hanno un moderatore. La maggior parte delle mailing list "pubbliche" hanno un secondo indirizzo e-mail per gestire le questioni amministrative, come le richieste di venire inserito o tolto dalla lista. Tutte le richieste di abbonamento vanno inviate all'indirizzo amministrativo e non alla lista stessa!

 

MAIL ELETTRONICO
Indica il modello di funzionamento di un marketplace che prevede la presentazione del sito di singole aziende, ben identificate all'interno del mall, che offrono prodotti e servizi anche tra loro in concorrenza. L'acquisto è gestito da ogni singolo sito aziendale.

 

MARKET MAKER
Sono intermediari che sviluppano marketplace elettronici B2B nell'ambito di una industria, una zona geografica o un gruppo di interesse. Introducono nuove forme di efficienza e nuove modalità di acquisto o di vendita di prodotti e servizi fornendo contenuti, servizi a valore aggiunto, e spesso funzionalità di commercio elettronico.

 

MARKET PLACE
È un sito web che permette l'incontro tra domanda e offerta di fornitori qualificati. Può consentire: aggregazioni di cataloghi, tracking dell'ordine, servizi logistici, servizi finanziari. Può operare con aste (dirette o inverse), exchange e favorire l'E-procurement tra acquirenti e fornitori.

 

MARKET SPOILER O MARKET KILLER
Sono aziende presenti su Web che aggregano le informazioni relative a un mercato e ai suoi fornitori, presentano le informazioni aggregate ai consumatori attraverso il sito web. Offrono supporto alle decisioni per consentire ai consumatori di differenziare, verificare e confrontare ogni servizio e caratteristica degli operatori coinvolti. Queste imprese riducono il vantaggio di quei fornitori che competono attraverso un'alta notorietà del marchio.

 

MICRO-MARKETPLACE (MM)
È il mercato focalizzato su settori merceologici specifici, che aggrega offerte di più venditori, contenuti e servizi a valore aggiunto (come comparazioni delle condizioni praticate) per permettere agli acquirenti che operano in un particolare settore industriale, in una data area geografica o in un gruppo di interesse di prendere decisioni di acquisto mirate.

 

MIDDLEWARE
Indica l'insieme di componenti software che consente il reciproco interfacciamento di applicazioni software, hardware, sistemi operativi. Svolge funzioni di traduzione e conversione allo scopo di consentire il funzionamento congiunto dei componenti software.

 

MODEM
Modulatore/Demodulatore, è un dispositivo che converte il flusso digitale di bit in segnali analogici telefonici per la trasmissione e viceversa per la ricezione.

 

MOTORE DI RICERCA
È un sito internet ad accesso gratuito che permette di fare ricerche per argomento o per parola chiave, fornendo all'utente che ne fa richiesta, informazioni presenti sul web.
La ricerca per argomento permette un approfondimento via via più analitico; mentre la ricerca per parola chiave consente di trovare informazioni su un tema specifico.
 

MULTIMEDIA
È un prodotto che integra in un unico supporto contenuti di origine diversa: testi, suoni, immagini fisse ed in movimento.

 

MP3
È un formato audio digitale che sfruttando l'algoritmo Mpeg1Layer-3 (un procedimento matematico che comprime i dati) permette di rendere un brano musicale alleggerito dei suoni coperti contemporaneamente da altri suoni e di quelli emessi su frequenze non percepibili dall'orecchio umano.


up

NAMING

Indica le procedure e le regole che riguardano la registrazione dei nomi di dominio. Vedi DNS.


NAVIGARE
Consultare siti e ipertesti in internet. Per la navigazione sono necessari una connessione, un browser ed un personal computer o, più recentemente un telefonino.

 

NEWS LETTER
È un bollettino di informazione diffuso tramite la posta elettronica. L'abbonamento, generalmente gratuito, permette di ricevere nella propria casella messaggi con notizie sui più svariati argomenti.

 

NEW ECONOMY
È l'insieme delle attività economiche e finanziarie nate o riorganizzate in un'ottica di internet, si contrappone a Old Economy.

 

NEWSGROUP
Un newsgroup è una bacheca che raccoglie un insieme di messaggi di posta elettronica intorno ad un argomento di interesse comune ad un gruppo di persone. Gli iscritti (e non) al newsgroup possono leggerli, così come possono rispondere ai messaggi lasciati da altri utenti. Due sono i tipi di newsgroup: quelli moderati e quelli non moderati. I Nei primi non è concesso ai singoli di comunicare direttamente con il newsgroup. I messaggi vanno al moderatore, che stabilisce se diffondere o meno il messaggio all'intero gruppo. I newsgroup non moderati consentono ai lettori di affiggere direttamente i messaggi destinati agli altri lettori.

up

OUTSOURCING
È la modalità operativa che consiste nell'affidare ad organizzazioni specializzate, all'esterno dell'azienda, processi o fasi di processi che normalmente vengono eseguiti all'interno dell'azienda.

up


PALMTOP (Palmare)
È un computer di dimensioni ridotte tali da poter essere tenuto su un palmo di mano. Serve per gestire ed organizzare gli appuntamenti sull'agenda, per memorizzare appunti e per inviare e ricevere posta elettronica.
Modello superato dopo l'arrivo sul mercato degli smartphones.
 

PASSWORD
Sistema di sicurezza che, tramite una sequenza di caratteri, consente di riconoscere un determinato utente. Inserendo la password si accede ad un'area protetta, alla propria posta elettronica, ecc...

 

PDA
(Personal Digital Assistant)
È un dispositivo che permette di gestire i dati personali, gli appuntamenti e l'agenda di un utente. Può essere offerto come servizio in rete (intranet,internet…).

 

PDF
(Portable Document Format)
È un formato di file per la rappresentazione di un documento (con testi, immagini, suoni, ecc..) in modo indipendente da applicazioni software, hardware e sistemi operativi.

 

PIN
(Personal Identification Number)
È un codice numerico che consente il riconoscimento di un utente autorizzato. Tipicamente abilita l'accesso a servizi riservati che permettono pagamenti tramite carta di credito o Bancomat.

 

PLUG-IN
Programmi software ausiliari che vengono abbinati ad altri programmi per estenderne le funzioni. Molti formati multimediali, per esempio, richiedono un apposito plug-in per poter essere riprodotti.

 

POP ACCOUNT
Indirizzo della cassella di posta elettronica presso il mail server dove vengono inviati i messaggi a voi destinati e da dove vi sarà possibile prelevare la vostra posta ricevuta.
Vedi anche e-mail.
 

PORTALE
È un sito web che costituisce un punto di partenza per gli utenti che si collegano alla rete e consente l'accesso a molte informazioni e servizi presenti sulla rete. Il portale si caratterizza inoltre per l'offerta di una vasta gamma di servizi e contenuti quali notizie, servizio di posta elettronica gratuita, motori di ricerca, forum di discussione, shopping on-line.

 

POSTA ELETTRONICA
Sistema di scambio di messaggi e di file attraverso una rete locale o internet. Vedi e-mail.

 

PROTOCOLLO
È la descrizione formale del formato dei messaggi e delle regole che due computer devono adottare per lo scambio di dati. I protocolli possono descrivere i particolari low-level dell'interfaccia macchina-macchina (cioè l'ordine secondo il quale i byte vengono trasmessi su una linea di comunicazione) oppure gli scambi high-level tra i programmi di allocazione (cioè il modo in cui due programmi trasmettono un file via internet).

up


RDBMS
(Relational Data Base Management System)
È il sistema per la gestione completa di archivi di dati organizzati secondo il modello relazionale. In sintesi, un Data Base relazionale prevede l'organizzazione di tutti i dati presenti al suo interno attraverso l'uso di tabelle. Le attività di utilizzo dei dati vengono eseguite per mezzo di istruzioni del linguaggio SQL (Structured Query Language). Vedi anche Data Base.

 

ROUTER
È un dispositivo intermedio su una rete di comunicazioni che stabilisce il percorso seguito da ciascun dato attraverso internet o un'altra rete. Per scegliere il percorso più efficiente, il router utilizza gli algoritmi necessari e un protocollo di routing per l'acquisizione delle informazioni
relative alla rete.

up


SELL SIDE
Sta ad indicare i processi aziendali di vendita dei prodotti, compresii cataloghi, le procedure di svolgimento delle transazioni, le procedure di pagamento, e gli strumenti e i metodi del supply chain management (SCM). Naturalmente questi processi possono essere gestiti attraverso internet.

 

SERVER
È il computer che fornisce servizi a chi si collega, tipicamente all'interno di una rete. L'utente (client) si collega al server per i servizi di newsgroup, mail, accessi… se la rete è internet. Se, invece, la rete è una LAN, l'utente (client) richiede al server i servizi di file system, applicazioni aziendali…

 

SHAREWARE
Sono programmi messi a disposizione nella rete per i quali l'autore chiede una somma solitamente modica. Spesso sono programmi distribuiti in versione prova e mancanti di alcune funzionalità. Serve per far provare il software agli utilizzatori prima dell'acquisto.

 

SISTEMA OPERATIVO
È il software di base che permette il funzionamento di un computer gestendone le risorse (quali CPU, hard disk, schede, tastiera) e rendendo possibile l'esecuzione dei programmi software.

 

SMART CARD
È un tipo di carta elettronica che integra un chip. Può elaborare e/o registrare dati di qualsiasi tipo (nomi, indirizzi, numeri di telefono, importi, codici, password...) che, inserendola in un lettore, può rendere disponibili.

SOHO
(Small Office, Home Office)
Identifica la fascia di mercato dei professionisti, le piccole aziende e dei lavoratori autonomi che lavorano a casa.

 

START UP
Fase di avviamento di una nuova azienda. Con il termina ci si riferisce anche alla nuova azienda stessa. Spesso le strt up in internet sono finanziate da venture capital.

 

SPIDER
Uno "spider" è un'applicazione software gestita da un motore di ricerca che analizza le pagine Web. Tutte le volte che lo "spider" si imbatte in un nuovo sito, annota le parole utilizzate nelle varie pagine e cataloga i link che puntano in direzione di altri siti. Seguendo uno di tali link lo "spider" continua quindi il suo percorso dirigendosi verso un altro sito.

 

SPIN OFF
Nuova azienda nata (o scorporata) da un'azienda già esistente ed operante sul mercato.


up

Breve storia del DOS


Nel 1979, la compagnia americana 'Seattle Computer Products' realizzò una scheda con processore 8086 per il bus S-100. Una delle prime di queste schede fu a disposizione della Microsoft. Questa piccola compagnia era conosciuta per il loro BASIC per CP/M . Circa due settimane dopo, alla conferenza nazionale di computer a New York, mostrarono una versione di BASIC per processori 8086.

Nel Novembre del 1979 la vendita delle schede cominciò. Seattle Computer Products era in attesa che la Digital Research rilasciasse una nuova versione del loro sistema operativo CP/M. Dopo sei mesi di attesa la versione del nuovo CP/M non era in vista, così Seattle decise nell'Aprile del 1980 di realizzare il suo sistema operativo. Nell'Agosto del 1980 Seattle iniziò la vendita della prima versione del suo sistema operativo chiamato 'QDOS V0.10'. Era veloce è grezzo (dirty), ma funzionava.

Intorno all' Ottobre 1980, IBM cominciò a cercare nel mercato un sistema operativo per il nuovo PC-IBM. Essa inizialmente cercò di usare il CP/M della Digital Research, il sistema operativo industriale standard di allora. .

Ci sono varie storie popolari che raccontano gli attriti tra DR e IBM. La storia più popolare narra che Gary Kildall o DR ha snobbato gli esecutivi della IBM volando con il suo aeroplano il giorno in cui avevano fissato l'appuntamento. Un'altra storia narra che Kildall non ha voluto rilasciare il sorgente del CP/M alla IBM, tuttavia lo aveva sempre fornito alle altre compagnie.

L'IBM allora si rivolse alla Microsoft. Questi erano dei fornitori di linguaggi. Bill Gates e Paul Allen avevano scritto dei BASIC e li vendevano su nastri perforati o dischi. Microsoft non aveva sistemi operativi per 8086 da vendere, tuttavia molto velocemente si accordò con la 'Seattle Computer Products' per dare in licenza la nuova versione del 86-DOS V0.30 (QDOS fu rinominato in 86-DOS) alla IBM.

L'86-DOS V0.30 era approssimativamente composto da 4000 linee di codice. Questo codice fu rapidamente ripulito e presentato alla IBM per essere valutato. La IBM stessa si trovò disponibile verso l'offerta del "Microsoft Disk Operating System 1.0" da parte della Microsoft. Un accordo fu raggiunto tra i due, IBM accettò l'86-DOS come il principale sistema operativo per i loro nuovi PC. Microsoft comprò tutti i diritti del 86-DOS nel Luglio 1981 (ormai giunto nella versione 1.0 rilasciata dalla Seattle nell'Aprile del 1981) e "IBM personal Computer DOS 1.0" fu pronto per la data di introduzione dei PC nel mercato nell'Ottobre 1981.

IBM sottopose il sistema operativo ad un programma intensivo per assicurarne la qualità, furono trovati oltre 300 bugs e decise di riscrivere i programmi. Questo è il motivo per cui PC-DOS è proprietà sia di IBM che di Microsoft. Alcune successive versioni OEM del DOS avevano differenti nomi, tipo Compaq-DOS, Z-DOS, Software Bus86, etc,. Dalla versione 2.0 Microsoft ha manovrato tutti tranne IBM a riferirsi al prodotto come "MS-DOS". Quasi a dispetto di ciò la gente si riferisce all'IBM DOS come PC-DOS, questo ovviamente non è corretto. Neanche a farlo apposta IBM, che chiama il suo DOS "The IBM Personal Computer DOS."utilizza il termine "PC-DOS" che è un marchio registrato dal suo rivale DEC.

E' divertente riflettere sul fatto che i PC IBM originariamente non erano stati progettati per funzionare con MS-DOS. Il sistema operativo designato era una versione di CP/M per 8086. Dall'altra parte, quando il DOS fu scritto il PC IBM non esisteva ancora! Comunque sia il PC-DOS fu fornito insieme ai PC IBM, il CP/M-86 della Digital Researchche aveva la pretesa di essere il principale sistema operativo per PC mancava in due cose: La Digital Research chiedeva $495 per il CP/M-86 ( si consideri che il PC-DOS era praticamente gratuito ) e molti sviluppatori di software trovarono più facile portare il software per CP/M verso MS-DOS che verso la nuova versione di CP/M.

IBM non fornì il DOS come prodotto a se stante fino a quando la seconda generazione AT/339 fu commercializzata (PC-DOS 1.1 = MS-DOS 1.24). Per gli IBM venduti senza sistema operativo potevi ordinare uno tra i tre disponibili, nell'ipotesi che che avevi il disk drive opzionale e l'espansione di memoria di 64K ( il modello base aveva 16K ed il connettore per il registratore a cassette). Questi sistemi operativi erano IBM Personal Computer DOS 1.0, una versione dell'UCSD P-system, il quale era un sistema operativo integrato con il pascal, come il BASIC ed il Kernel del Commodore 64, il CP/M-86 della Digital Research, questo era una opzione poiché non essendo disponibile eri costretto a comprarlo successivamente. Fin quando il DOS da $35.95 era l'alternativa più economica alle altre scelte tutti quanti lo comprarono.

La prima versione acquistabile del MS-DOS è la V1.25 distribuita nel Luglio 1982. Microsoft vendette questa versione a tutti i produttori di computers che mostravano interesse. La versione V1.25 è la stessa cosa del PC-DOS V1.10 ed MS-DOS V1.24. Il sistema operativo che la Microsoft offri alla IBM si chiamava MS-DOS 1.0, esso non fu mai distribuito al pubblico.

MS-DOS V1.0 è 86-DOS V0.3.
0.1 QDOS Agosto 1980 Realizzato dalla Seattle Computer.


0.3 86-DOS Dicembre 1980 Realizzato dalla Seattle Computer.

1.0 86-DOS Aprile 1981 Realizzato dalla Seattle Computer.

1.00 PC-DOS Agosto 1981 Primo rilascio della IBM, basilarmente è la stessa cosa del 86-DOS

1.05 PC-DOS Versione interna alla IBM.

1.10 PC-DOS Giugno 1982 Correzione di alcuni Bugs,

Supporto per i floppy drive a doppia faccia.

1.24 MS-DOS Giugno 1982 come il PC-DOS v1.10.

1.25 MS-DOS Luglio 1982 come il PC-DOS v1.10, è il primo rilascio non-IBM del DOS

La storia del MS-DOS comincia da qui, con il rilascio della versione 1.25.

2.00 PC-DOS Marzo 1983 Per PC/XT, Supporto per subdirectory tipo Unix, device drivers installabili, ridirezione dell'I/O, supporto per il disco fisso, handle calls.


1.85 PC-DOS Aprile 1983 versione interna alla IBM , estende la v1.10.

2.01 MS-DOS Maggio 1983 Primo supporto per formati di contea differenti, Kanji [ ? ].

2.10 PC-DOS Ottobre 1983 Per IBM PCjr, corretti i Bugs della 2.0. Nessun supporto di paese.

2.11 MS-DOS Dicembre 1983 Basilarmente un incrocio tra PC-DOS 2.10 e MS-DOS 2.01.

2.12 MS-DOS - 1983 Versione Speciale per TI pro.

3.00 PC-DOS Agosto 1984 1.2 meg drive per PC/AT, alcune nuove chiamate di sistema, nuovi programmi esterni, 16-bit FAT, supporto specifico per le reti IBM.

3.05 MS-DOS Novembre 1984 Primo rilascio Non-IBM della versione 3.x.

3.10 PC-DOS Novembre 1984 Corretti gli errori della 3.0, implementato il supporto benrico per le reti.

2.25 MS-DOS Ottobre 1985 Esteso il supporto per le lingue straniere.

3.20 PC-DOS Gennaio 1986 720k 3.5 inch drive supporto, supporto speciale per laptops (IBM PC Convertible), XCOPY. Diverse versioni nazionalizzate rilasciate per entrambi MS-DOS e PC-DOS.

4.00 MS-DOS Aprile 1986 Multitasking (Solo per l'Europa) - Ritirato dal mercato dopo brevissimo tempo.

3.30 PC-DOS Aprile 1987 per PS/2 series, 1.44 meg supporto, supporto per multiple partizioni DOS, code page cambiabili, Migliorato il supporto per le lingue straniere, qualche nuova chiamata di sistema, supporto per gli orologi degli AT'.


3.31 MS-DOS Novembre 1987 Supporto per le partizioni superiori a 32 meg. Versioni differenti da diffrenti OEMs (non Microsoft). Compaq e Wyse sono i più comuni.


3.40 PC-DOS - 1988 Versione interna alla IBM - non rilasciata (4.0 sviluppo della 4.0).

2.11R MS-DOS - 1988 Bootable ROM DOS per le macchine Tandy.

4.00 PC-DOS Agosto 1988 limite di 32mb di disco fisso ufficialmente rotto, supporto leggero per EMS, altre chiamate di funzioni aggiunte, arricchito il supporto per le reti a mezzo di comandi esterni. Supporto per il PCjr abbandonato.
In questo periodo, l'introduzione per il supporto di dischi con capacità maggiore di 32Mb, con conseguente riorganizzazione della struttura con cui i dati erano posti sul disco stesso, sconvolse un po' tutti. Erano numerosi i programmi che accedeveno direttamente alla struttura del disco. Sebbene questo non sarebbe mai dovuto accadere, è compito del sistema operativo occuparsi delle funzioni a basso livello, non solo accadde, ma si ripresentò lo stesso problema quando si pose sul mercato Windows 95 OSR2. Passare dalla FAT-16 a FAT-32 produrrà la stessa classe di problemi che furono presenti in questo periodo.

4.01 MS-DOS Dicembre 1988 Versione Micro$oft con alcune correzioni. In realtà la versione 4.01 correggeva numerosi bugs presenti nella 4.00. Questa era così instabile che costrinse la Microsoft a lavorare duro per poter fornire questa 4.01 dopo soli 4 mesi. La versione corretta di questo rilascio doveva essere 5.0, altro che 4.01.

3.21R MS-DOS Settembre 1989 DOS in ROM, Supporto del Flash File System per laptops.


3.3R MS-DOS - 1990 DOS in ROM, introdotta per TI laptops.

5.00 MS-DOS Giugno 1991 Supporto per: memoria alta, uso fino a 8 hard disks, editor della riga di comado e aliasing, 2.88 floppies,ROMable OEM kit available.

5.02 PC-DOS Agosto 1992 Versione che può funzionare su altri che la IBM costruì.


V MS-DOS Febbraio 1993 Versione di MS-DOS 5.0 per il mercato Giapponese, con supporto percaratteri Kanji a double byte.

6.00 MS-DOS Marzo 1993 Compressione del disco(Doublespace), configurazioni multiple in CONFIG.SYS eAUTOEXEC.BAT.

6.00 PC-DOS Agosto 1993 -

6.20 MS-DOS Settembre 1993 Riscritto Doublespace.
Ci furono numerose lamentele relative alle perdite di dati che la versione precedente produceva. Il codice per la compressione dati originariamente non era della Microsoft, il compressore era disponibile sia in formato hardware, cioè una scheda, che software.

6.21 MS-DOS - 1994 -


6.22 MS-DOS May 1994 Nuova compressionde del disco (Drivespace).

6.30 PC-DOS - - -

7.00 MS-DOS Agosto 1995 Questa versione è inclusa in Windows95.

7.10 MS-DOS Agosto1996
versione è inclusa in Windows95b OSR2

8.0 Microsoft MS-DOS settembre 2000
ultima versione di MS-DOS; incorporata in Windows ME

 


up





Update 03-09-12

Spot



 


Feel free to give a donation through Paypal
to help sustain this site
with a
Donation


R
G
P

E

eXTReMe Tracker

 

 

| Contact | © Copyright PortaleStoria |