Fresh News

Italia

. Antichi Stati ~ Former Countries

. Regno d'Italia 1861 - 1946



bandiera del Regno d'Italia

 

 

stemma 1861/1870

 


stemma 1870/1890

 


stemma 1890/1929

 


stemma 1929/1943

 


stemma 1943/1946

 

 

 

x
Cronologia


Regno d'Italia 1861/1946
Presidenti del Consiglio dei Ministri 1861/1943
Presidenti del Consiglio dei Ministri 1943/1946

Presidenti del Comitato Centrale di Liberazione Nazionale (CCLN) 1943/1944
Presidente del Comitato Nazionale di Liberazione Nazionale della Toscana (CTLN) 1943/1944
Presidenti del Comitato Nazionale di Liberazione dell'Alta Italia (CLNAI) 1943/1945
Capi del Governo Militare Alleato (AMGOT) 1943/1947
Capi Commissari della Commissione Alleata di Controllo 1943/1947

Governatori Militari dei Territori Occupati 1943/1947


Repubblica Sociale Italiana 1943/1945
Repubbliche Partigiane 1944

 

Inno Nazionale

Sources

 

 


Inno Nazionale del Regno d'Italia

 

Marcia Reale
Marcia Reale in formato zip
Versione Musicale
Versione Corale

 

melodia di Giuseppe Gabetti

 

Evviva il Re ! Evviva il Re ! Evviva il Re !
Chinate o Reggimenti le Bandiere al nostro Re
La gloria e la fortuna dell'Italia con Lui è
Bei Fanti di Savoia gridate evviva il Re !
Chinate o Reggimenti le Bandiere al nostro Re !
Viva il Re ! Viva il Re ! Viva il Re !
Le trombe liete squillano
Viva il Re ! Viva il Re ! Viva il Re !
Con esso i canti echeggiano
Rullano i tamburi le trombe squillano squillano
Cantici di gloria eleviamo con fervor
Viva l'Italia, l'Italia evviva ! Evviva il Re !
Viva L'Italia, evviva li Re ! Evviva il Re !!!
Viva l'Italia ! Viva il Re ! Viva il Re !
Tutta l'Italia spera in Te, crede in Te,
gloria di nostra stirpe, segnal di libertà,
di libertà, di libertà, di libertà.
Quando i nemici agognino
i nostri campi floridi
dove gli eroi pugnarono
nelle trascorse età,
Quando i nemici agognino
i nostri campi floridi
dove gli eroi pugnarono
nelle trascorse età,
finché duri l'amor di patria fervido,
finché regni la nostra civiltà.

L'Alpe d'Italia libera,
dal bel parlare angelico,
piede d'odiato barbaro
giammai calpesterà
finché duri l'amor di patria fervido,
finche regni la nostra civiltà.
Come falange unanime
i figli della Patria
si copriran di gloria
gridando libertà.



Inno Nazionale Fascista

"Giovinezza" (The Youth)

parole: Salvator Gotta
musiche: Giuseppe Blanc
1922-1943

Salve o popolo di eroi,
salve o Patria immortale,
son rinati i figli tuoi
con la fe' nell'ideale.
Il valor dei tuoi guerrieri,
la virtù dei pionieri,
la vision dell'Alighieri,
oggi brilla in tutti i cuor.

CHORUS:
Giovinezza, Giovinezza,
Primavera di bellezza,
della vita nell'asprezza
il tuo canto squilla e va!
Per Benito Mussolini,
Eja eja alalà.
Per la nostra Patria bella,
Eja eja alalà.

Nell'Italia nei confini,
son rifatti gli Italiani,
li ha rifatti Mussolini
per la guerra di domani.
Per la gloria del lavoro,
per la pace e per l'alloro,
per la gogna di coloro
che la Patria rinnegar.

CHORUS

I poeti e gli artigiani,
i signori e i contadini,
con orgoglio d'Italiani
giuran fede a Mussolini.
Non v'è povero quartiere,
che non mandi le sue schiere,
che non spieghi le bandiere
del Fascismo redentor.

CHORUS

---
ENGLISH TRANSLATION (By Federico Vicini)

Hail, heroic people,
hail, immortal Motherland,
your sons were born again
with faith in the ideal.
Your warriors' valour,
your pioneers' virtue,
Alighieri's view,
today shine in every heart.

CHORUS:
Youth, Youth,
Spring of beauty,
your song rings and goes
through the sorrows of life!
For Benito Mussolini,
Eja eja alalà.
For our beautiful Motherland,
Eja eja alalà.

In the Italian borders,
Italians have been remade,
Mussolini has remade them
for tomorrow's war.
For the glory of work,
for peace and for laurel,
to pillory those
who have disowned our Motherland.

CHORUS

The poets and the artisans,
the lords and the countrymen,
with Italian pride
trust Mussolini.
There isn't any poor quarter,
which does not send its ranks,
which does not unfurl the redeeming
flags of Fascism.



up  

Cronologia

 

Regno d'Italia 1861/1946 

vittorio
emanuele II
vittorio emanuele III

17/3/1861


 

1900

 

(dal 9/1/1878 Re di Sardegna)

Vittorio Emanuele III

 

 29/7/1900

1946

 

Umberto II

 

 9/5/1946

18/6/1946

alla sua morte nel 1983 la carica dinastica fu ereditata dal figlio  Vittorio Emanuele (IV)


 

up  


Presidenti del Consiglio dei Ministri 1861/1943

Camillo Benso di Cavour

17/3/1861 (dal 21/1/1860 del regno di Sardegna)

6/6/1861

Bettino Ricasoli conte Brolio

6/6/1861

3/3/1862

urbano rattazzi

3/3/1862

8/12/1862

luigi carlo farini

8/12/1862

24/3/1863

marco minghetti

24/3/1863

28/9/1864

alfonso ferrero, marchese di la marmora

28/9/1864

20/6/1866

bettino ricasoli

20/6/1866

27/10/1867

luigi federico menabrea

27/10/1867

14/12/1869

giovanni lanza

14/12/1869

10/7/1873

marco minghetti

10/7/1873

18/3/1876

agostino depretis

18/3/1876

24/3/1878

benedetto cairoli

24/3/1878

19/12/1878

agostino depretis

19/12/1878

14/7/1879

benedetto cairoli

14/7/1879

29/5/1881

agostino depretis

29/5/1881

7/8/1887

francesco crispi genova

7/8/1887

6/21891

antonio starabba, marchese di rudinì

6/2/1891

15/5/1892

giovanni giolitti

15/5/1892

15/12/1893

francesco crispi genova

15/12/1893

5/3/1896

antonio starabba, marchese di rudini

5/3/1896

29/6/1898

luigi girolamo pelloux

29/6/1898

24/6/1900

giuseppe saracco

Immagine:Giuseppe Saracco.gif

24/6/1900

15/2/1901

Giuseppe Zanardelli

15/2/1901

3/11/1903

Giovanni Giolitti

3/11/1903

16/3/1905

Tommaso Tittoni

16/3/1905

28/3/1905

Alessandro Fortis

28/3/1905

8/2/1906

Sidney Sonnino

8/2/1906

27/5/1906

Giovanni Giolitti

27/5/1906

12/12/1909

Sidney Sonnino

12/12/1909

31/3/1910

Luigi Luzzatti

Immagine:Luigi Luzzatti.gif

31/3/1910

30/3/1911

Giovanni Giolitti

30/3/1911

21/3/1914

Antonio Salandra

21/3/1914

18/6/1916

Paolo Boselli

18/6/1916

29/10/1917

Vittorio Emanuele Orlando

29/10/1917

23/6/1919

Francesco Saverio Nitti

23/6/1919

21/5/1920

giovanni giolitti

21/5/1920

4/7/1921

Ivanoe Bonomi

4/7/1921

26/2/1922

Luigi Facta

26/2/1922

31/10/1922

Benito Amilcare Andrea Mussolini

31/10/1922

25/7/1943

 


Il 1° Governo Mussolini di coalizione
MUSSOLINI BENITO
Presidente del Consiglio dei Ministri
Ministro degli Interni - Ministro degli Esteri

Ministro delle Poste
COLONNA DI CESARO’
(democratico - sociale)

Ministro dei Lavori Pubblici
A. Carnazza
(democratico - sociale)

Ministro del Tesoro
Tangorra
(popolare)

Ministro del Lavoro
CAVAZZONI
(popolare)

Ministro del Lavoro
OVIDIO
(gruppo fascista)

Ministro delle Finanze
DE STEFANI
(gruppo fascista)

Ministro delle Colonie
FEDERZONI
(gruppo nazionalista)

Ministro alle Terre Liberate
GIURATI
(gruppo nazionalista)

Ministro dell’Agricoltura
DE CAPITANI
(destra salandriana)

Ministro dell’Industria
teofilo rossi
(giolittiano)

Ministro dell’Istruzione
GIOVANNI GENTILE


Ministro della Guerra
A. DIAZ

Ministro della Marina
Amm. Thaon di revel

Sottosegretario alla Presidenza Del Consiglio
GIACOMO ACERBO

Sottosegretario agli Interni
FINZI

Sottosegretario alla Marina
COSTANZO CIANO

Sottosegretario all’Assistenza Militare
DE VECCHI

Sottosegretario alle Poste
TEZAGHI

Lo schema illustra il Ministero che Mussolini consegnò al Re dopo la Marcia su Roma, che sarà formalmente costituito il 31 ottobre. Mussolini si era rivolto agli uomini della destra e della sinistra (esclusa l’estrema) e i rispettivi gruppi non avevano fatto alcuna opposizione né avevano posto condizioni per l’entrata dei loro. La collaborazione al ministero di Mussolini più spiccata fu quella dei democratico - sociali di cui entrò addirittura il capo (Colonna di Cesarò - alle Poste). Anche il partito popolare si mostrò favorevole alla collaborazione, ritenuta utile per la pacificazione e lo sviluppo delle organizzazioni bianche, dando loro due portafogli. Il gruppo fascista era rappresentato con due portafogli, il gruppo nazionalista con altri due ministeri, presenti anche un salandiano e un giolittiano, oltre dei combattenti in congedo (Guerra e Marina) per assicurarsi tutto il favore dell’esercito, la rappresentanza fascista era molto numerosa fra i sottosegretari (alla Presidenza, Assistenza militare e alle poste. Gli altri sottosegretari erano misti e diversi, abbiamo menzionato solo quelli di destra per avere un quadro più generale e completo della politica di Mussolini appena occupato il posto alla Presidenza del Consiglio.

up 

 

Presidenti del Consiglio dei Ministri 1943/1946

Pietro Badoglio

Immagine:Pietro Badoglio.jpg

25/7/1943

18/6/1944

Ivanoe Bonomi

18/6/1944

20/6/1945

Ferruccio Parri

20/6/1945

24/11/1945

Alcide de Gasperi

24/11/1945

1946


up 


Presidenti del Comitato Centrale di Liberazione Nazionale (CCLN) 1943/1944

1943

 1944

Ivanoe Bonomi (formalmente Presidente del Fronte Unito Anti Fascista per la Libertà)


up 


Presidente del Comitato Nazionale di Liberazione Nazionale della Toscana (CTLN) 1943/1944

1943

 Aug 1944

 Carlo Ludovico Ragghianti


up 


Presidenti del Comitato Nazionale di Liberazione dell'Alta Italia (CLNAI) 1943/1945

1943

 Apr 1945

 Alfredo Pizzoni "Longhi"

Apr 1945

 

 Rodolfo Morandi


up 


Capi del Governo Militare Alleato (AMGOT) 1943/1947

11 Jun 1943

 8 Jan 1944

 Dwight D. Eisenhower (U.S.)
Dwight D. Eisenhower

8 Jan 1944

 12 Dec 1944

 Sir Henry Maitland Wilson (U.K.)

12 Dec 1944

29 Sep 1945

 Sir Harold Alexander (U.K.)
Sir Harold Alexander

29 Sep 1945 1945 Joseph Taggart McNarney (US)

1945

  1947

 William Duthie Morgan (U.K.)
Portrait, c. 1951

1947 31 Dec 1947 John Clifford Hodges Lee (US)


up 


Capi Commissari della Commissione Alleata di Controllo 1943/1947
(dal 24/10/1944 Commissione Alleata)

10 Nov 1943

 16 Jan 1944

 Kenyon A. Joyce (U.S.)

16 Jan 1944

 Jun 1944

 Sir Nole Mason Macfarlane (U.K.)

Jun 1944

 31 Jan 1947

 Ellery W. Stone (U.S.)

27 Oct 1944

 31 Jan 1947

 Maurice Harold McMillan (U.K.)

(acting per Stone)


up 

 

Governatori Militari dei Territori Occupati 1943/1947

10 Jul 1943  11 Dec 1944 Sir Harold Alexander (UK)
Sir Harold Alexander
11 Dec 1944  17 Sep 1947  Mark Wayne Clark (US)

up 


Repubbliche Partigiane

bandiera del Comitato di Liberazione Nazionale

Alba  (10 Oct 194 - 2 Nov 1944)
Alto Monferrato (Sep 1944- 2 Dec)
Alto Tortonese(Sep-Dec)
Bobbio e Torriglia (7 Jul - 27 Aug)
Cansiglio (Jul-Sep)
Carnia (Jul-Oct)
Friuli Orientale (30 Jun - Sep)
Imperia (Aug-Oct)
Langhe (Sep-Nov)
Montefiorino (17 Jun - 1 Aug)
Val Ceno (10 Jun - 11 Jul)
Val d'Enza e Val Parma (Jun-Jul)
Val Maira e Val Varaita (Jun - 21 Aug)
Val Taro (15 Jun - 24 Jul)
Valli di Lanzo (25 Jun - Sep)
Valsesia (11 Jun - 10 Jul)
Varzi (Sep - 29 Nov)

 

Ossola


bandiera della repubblica

 


bandiera delle Brigate Azzurre


Le Date:

10/9/1944
costituzione della Libera Repubblica dell'Ossola presso il Lago Maggiore con Cannoba, Intra, Verbania, Omegna e Domodossola con 35 municipalità lungo il confine svizzero e unica repubblica partigiana riconosciuta dagli Alleati e dalla Svizzera

23/10/1944
i tedeschi dissolvono la Repubblica

Presidente della Giunta Provvisoria dell'Ossola 1944

10 Sep 1944  23 Oct 1944  Ettore Tibaldi


 

up 

Sources


Fonti ~ Sources

 

up






Update 20-04-14






Spot









 


Feel free to give a donation through Paypal
to help sustain this site
with a
Donation


R
G
P

E






 

 

| up  |  Home  |  Contact  |  ©  Copyright  Portale  Storia  |